News

L’Atessa Rugby Club e il Sambuceto Rugby raccontano gli incontri di domenica

15/02/11

  • Atessa – Teramo   8-60 ( pt 5-19)

    L'Atessa inizia bene con una supremazia nel gioco degli avanti. qualche problema nei lanci in touche, ma accettabile. addirittura i locali vanno in vantaggio con una meta di danilo fallendo la facile trasformazione. la reazione del teramo si concretizza al 19° del primo tempo grazie ad uno svarione grossolano dei locali. fino a quel momento l'Atessa ha sempre gestito la gara con una certa sicurezza senza correre alcun pericolo. i locali hanno avuto a favore una miriade di calci di punizione a favore causa il gioco ostruzionistico del Teramo, ma forse innervosendosi hanno iniziato  a concedere l'iniziativa ai teramani che non riuscendo a giocare con gli avanti, hanno iniziato a giocare al largo e per l'Atessa non c'e' stato niente da fare. nella ripresa alcune sostituzioni non hanno cambiato l'esito della gara, che ,comunque nonostante la sconfitta per la prima volta in campionato si e' visto impostare un gioco valido anche se non costante. in allenamento bisogna lavorare sui placcaggi e il riposizionamento in difesa nelle fasi dinamiche. troppe volte gli avversari nel gioco al largo si sono trovati in sovrannumero. da segnalare il gradito rientro da un lungo infortunio dell'estremo Angelo Tuccella e dell'ennesimo esordio (11°) dell'ala Antonello Carnazza.

    domenica 20 pv l'Atessa ospita gli amici del Tortoreto. (marcatori Atessa: Danilo mnt.- Cosenza 1 cp).

     

    Domenica "agro dolce" per il Rugby Sambuceto.

    I risultati acquisiti dalle tre squadre scese in campo ieri alla Città dello Sport di San Giovanni Teatino sono purtroppo "agro", con tre sconfitte su tre, quelli invece delle prove offerte sono assolutamente "dolci". Tutte è tre le squadre perdono la partita ma dimostrano di poter lottare alla pari con squadre capolista nel proprio girone.

    La prima partita è quella della Under 16 giocata fra Sambuceto e Jesi. I ragazzi Marchigiani si dimostrano molto più esperti di quelli Sambucetesi, ma rimane il forte amaro in bocca per l'occasione sciupata e per aver concesso la prima sconfitta casalinga. Tutto il primo tempo è giocato nella metà campo avversario, con il possesso del pallone sempre i mano al Sambuceto. Sprecate due occasioni su calcio piazzato da posizione facile ed una punizione sui 5 mt avversari dove non si è riusciti ad andare in meta. Tantissime altre occasioni mancate che purtroppo non vanno in meta. Nelle mischie Sambuceto soffre ma riesce comunque a conquistare i suoi palloni, nelle touche però è un disastro, mancano tutti e due i lanciatori e fatichiamo nella conquista delle rimesse laterali, dove comunque Jesi è ben organizzato nel primo blocco di salto. Purtroppo concediamo due mete a Jesi nelle uniche due occasioni che gli vengono concesse ed il primo tempo si chiude sul 12 a 7 per i Marchigiani. Nel secondo tempo Jesi non ci sta e ci attacca con belle azioni, bravissimi nei punti di incontro dove impostano degli ottimi pick and go. Ma Sambuceto non molla e difende aggredendo con i denti stretti. Mancano ormai 6-7 minuti alla fine della partita e su una azione di attaco dello Jesi intercettiamo l'ovale nei nostri 22, Daniele si invola verso la meta avversaria ma viene placcato a 5 metri dalla meta, solo avesse cambiato direzione avrebbe segnato di certo. Sulla punizione successiva per entrata laterale dei ragazzi dello Jesi svanisce la vittoria, Alessandro batte velocemente la punizione ma viene malamente sgambettato da un difensore non a 10 metri e perde l'ovale in avanti e non segniamo in mezzo ai pali, l'arbitro concede l'in avanti del nostro giocatore e mischia per lo Jesi. Peccato. Resistiamo alcuni altri minuti, ma a tre minuti dalla fine cala il sipario per Sambuceto che subisce altre due mete. Peccato, la partita è stata in mano del Sambuceto a lungo ma purtroppo la maggiore esperienza dello Jesi ci punisce oltremodo. La società è davvero orgogliosa di tutti i ragazzi della Under 16, complimenti a tutti e 22 i ragazzi scesi in campo e agli altri in tribuna.

    La seconda partita in programma è quella della Under 18, in campo Sambuceto con la capolista Avezzano, squadra davvero esperta con strutture di gioco di buon livello. Alla fine il risultato sarà per 24 a 17 per Avezzano, 3 mete a 2, se i giocatori del Sambuceto si allenassero con continuità sarebbe tutta un'altra storia. Comunque ottima la prova dei ragazzi allenati da Recinella che rimangono sempre in partita e per buona parte dell'incontro in vantaggio per 17 a 10, contro una squadra solida e capace di muovere bene la palla con molte variazione di gioco.

    Alle 15,15 scende in campo la Under 23/Seniores, in vista del prossima stagione ufficiale alla quale Rugby Sambuceto parteciperà con ogni probabilità nel campionato Under 23. Oltre, appunto ai numerosi giovanissimi schierati nella Under 23 potranno essere schierati 5 fuori quota. Ieri fra questi è sceso in campo Pierpaolo Cerasoli scelto dalla società come capitano di questa squadra e oltre ad aver giocato una bellissima partita davvero ha condotto la squadra in modo sapiente e sereno. L'Avezzano, che disputa il campionato di serie B come capolista, ha approfittato della sosta del campionato per far giocare quegli atleti che non hanno regolarmente spazio nel campionato, altri molto giovani e alcuni espertissimi che evidentemente necessitavano di mettere ritmo nelle gambe. La partita si gioca, in accordo fra le squadre, con tre tempi, due di 30 minuti e l'ultimo di 20. L'inizio della gara è ad appannaggio del Sambuceto, molto aggressivo e deciso, che gioca stabilmente nella metà campo avversaria, e segna per primo con una bellissima meta di Fabio Verdecchia dopo una bella azione di tutti i tre quarti. Avezzano non ci sta e piano piano risale il campo, giocando molto bene tutti i punti di incontro dove Sambuceto è troppo indisciplinato concedendo molte punizioni. Nessuna delle due squadre ha mai chiesto i pali decidendo sempre di giocare, segno della gran voglia di fare gioco. La partita è sempre molto tesa e giocata con alti ritmi. La chiave della partita per Sambuceto era muovere il pallone, invece ci si è intestarditi a giocare all'"autoscontro", dove Avezzano è risultato assai più organizzato e performante. Inoltre Sambuceto ha clamorosamente fallito nelle rimesse laterali, dove praticamente non ci si è mai allenati. Nelle mischie chiuse la partita è stata altalenante dapprima Sambuceto ha sofferto molto, poi è stato l'Avezzano a soffrire fino a finire in parità. Dobbiamo assolutamente citare l'ingresso in campo per 20 minuti di due atleti particolari, un po' in là nell'età, Sivio e Cocò che hanno voluto partecipare alla gara, complimenti a loro. Il risultato finale è di 19 a 17 per Avezzano, le mete sono 3 per ciascuno. I segnali avuti da questa partita dell'Under 23 sono davvero positivi, sicuramente c'è tantissimo da lavorare ma la squadra c'è. Alla fine della partita ricco terzo tempo con polenta e salsicce arrosto per tutti. Davvero una bella giornata di Rugby.